Report: Nazionale di Vanguard col fratello Garmore che nessuno si aspettava.

Il primo nazionale di Cardfight!!Vanguard ormai è passato e ha dato i primi responsi. Gabriele Farina col suo mazzo Kagero si è portato a casa l’ambito trofeo e Domiziano Pigliacelli lo seguirà in Giappone per la fase finale del campionato mondiale (anche lui qualificatosi secondo con un mazzo Kagero).
Il clan di Kai si è confermato come la scelta prediletta dei giocatori rappresentando quasi 1/3 dei mazzi totali seguito a ruota da Paladino Reale e da Oracolo Esperto. Il metagame che si è delineato in questi primi mesi non dovrebbe sorprendere i lettori di questo blog; quei tre clan sono tra i favoriti dei giocatori con Kagero che dalla sua parte ha anche una relativa stabilità di base che lo rendeva la scelta migliore da portare a un torneo e la legge dei grandi numeri ha fatto il resto. Se vi ricordate avevamo già ipotizzato una divisione del genere all’inizio dei Qulifiers. Io comunque non essendo un grande fan di quel clan ho deciso di andare per la mia strada e di tornare alle origini con Paladino Reale ma con un twist. BT04 ha portato al Clan tutta la serie di supporti per Garmore e ho deciso di utilizzare il cavaliere e i suoi cagnolini come base su cui costruire il mazzo. Sotto troverete la lista con relativa spiegazione ma ora concentriamoci su quello che tutti stanno aspettando, e cioè i miei epic fail! Scherzi a parte, il mazzo non ha girato male e mi ha permesso di terminare il torneo con un 4-3 e un 45esimo posto più che dignitoso, peccato per quelle due partite in cui gli inneschi non sono venuti su e l’avversario ha girato meglio di me ma sono cose che si accettano quando si decide di dedicarsi a un gioco come Cardfight!!Vanguard. Spiace un po’ aver perso l’ultima partita contro Zizzo e il suo Garmore e quindi aver perso la possibilità di entrare in top, ma almeno c’è entrato lui e l’onore del clan è stato comunque salvato confermando il fatto che questa era la via giusta per giocare Paladino.

Mi sto accorgendo adesso di sembrare Mr. Felicità in questa foto.

Risultato a parte, il torneo è andato molto oltre le mie aspettative: buona la gestione, decenti gli orari in cui si sono svolti i turni senza aspettare troppo ma sopratutto è stato incredibile l’ambiente che si è creato in questa comunità. Era da tanto che non partecipavo a un torneo nazionale trovando un ambiente rilassato amichevole e tranquillo come quello che abbiamo contribuito tutti quanti a creare. Credo che questo sia il vero valore aggiunto del gioco, libero da pressioni particolari che spingono le persone ad utilizzare metodi poco raffinati per ottenere sempre la vittoria e l’obiettivo è mantenerlo tale anche per gli anni futuri specialmente in vista di un aumento dei giocatori. Cerchiamo di mantenere Cardfight!!Vanguard un bell’ambiente amichevole per sia i giocatori navigati che per i nuovi arrivati, è questa la chiave del successo di questo gioco che ci vogliate credere o no.

Voglio anche ringraziare tutte le persone che ho incontrato e che han espresso apprezzamento verso il lavoro che sto facendo tramite questo blog. Mi avete fatto capire che non sto parlando al vento e questo mi spinge a voler migliorare sempre di più sia come blogger che come giocatore. Sto programmando alcune novità per il futuro e spero di potervele rivelare a breve. 
Ora passiamo all’analisi del mazzo, così la pianto coi lacrimevoli ringraziamenti di rito. 
Lista:
Gradi 0:
1 Brugal
4 Llew, Cavaliere Futuro
4 Epona, la portatrice della Buona Sorte
4 Gufo di Alabastro
4 Elaine, Fanciulla dell’Yggdrasil
Gradi 1:
4 Marron, Piccolo Saggio
4 Snogal
3 Pongal
3 Iseult, Scudo Lampo
Gradi 2:
4 Gallatin, Cavaliere del Silenzio
3 Distruttore delle Lame
2 Akane, l’Allevatrice di Cani Elevati
2 Garmore, Cavaliere Bestia
Gradi 3:
3 Garmore, Zanna di Luce
2 Alfred, Re dei Cavalieri
2 Palamedes, Cavaliere delle Fiamme Esplosive
1 Drago Salva Anima
Molte scelte fatte e molte spiegazioni da dare. Prima di tutto, perché giocare Garmore e non Galahad come base del mazzo? Semplice, Garmore ha una maggior facilità di costruire il campo rispetto alle altre versioni disponibili di Paladino Reale. I due Garmore sono in grado di trasformare qualsiasi unità in mano in Snogal, sfoltendo quindi il mazzo, dando un uso ai gradi tre in più in mano che altrimenti rimarrebbero morti una volta costruita la linea frontale e che in fase di difesa risultano comunque poco utili visto che non li si può scartare. In più Snogal può raggiungere gli 8000 di forza quando la formazione è completa, portando Palamedes a 21000, abbastanza per raggiungere il terzo scaglione di scudo. Vero, anche Marron fa la stessa cosa dei nostri cagnolini, ma Marron non è cercabile mentre Snogal si e da ben 8 carte. Voglio sottolineare che non è necessario completare la formazione dei tre Snogal, ne bastano anche solo due nella maggioranza dei casi specie se si è contro dei Vanguard da 10000 di forza.  
Trovo che uno dei punti di forza di questo mazzo sia l’assoluta libertà di scelta lasciata ai giocatori per quanto riguarda quale grado 3 giocare come Vanguard. Cosa voglio dire? Che le combinazioni sono abbastanza solide da poter fornire la risposta giusta al momento giusto. L’avversario ha un vanguard da 10000? Alfred sarà la scelta migliore visto che da solo riesce ad arrivare al terzo scaglione. C’è un 11000 da colpire? Perché non usare uno tra Garmore e Drago Salva Anima che sono in grado di arrivare a 21000 o più grazie a Snogal e Marron. Proprio Drago Salva Anima è da tenere ben presente che non è inel mazzo per il secondo effetto che non si riuscirà mai a fare, ma per via della sua stazza. Facciamo un paio di calcoli:
Come Vanguard:
Garmore+effetto+Brugal in supporto= 16000. 
Garmore+Snogal da 8000= 21000

Drago Salva Anima+Brugal= 17000
Drago Salva Anima+Snogal da 8000 o Maron= 21000

Alfred tra i 16 e i 20000 praticamente sempre
Palamedes+altro grado 3+Brugal= 17000
Palamedes + Marron o Snogal da 8000= 21000

Come vedete, già con poche carte si può avere un Vanguard capace di colpire qualsiasi unità al secondo scaglione di scudo. Brugal in particolare rappresenta la chiave del mazzo, capace di essere sia una carta difensiva che una carta offensiva a seconda delle occasioni. Se non avete intenzione di rushare basta metterlo dietro il Vanguard e lasciarlo li, che da solo pompa Alfred di 2000. Se invece volete entrare velocemente potete spostarlo in una retroguardia laterale e utilizzarlo come attaccante. La flessibilità di questo mazzo è enorme, potendo rispondere ad ogni situazione di gioco in maniera più o meno efficace. Stavo già provando una versione senza Galahad ma con Brugal senza il resto della famiglia e il cambiamento in meglio del mazzo era lampante, poi quando mi sono accorto che Garmore era completamente cercabile ho virato direttamente su questa versione ma sono sicuro che un mazzo molto simile a quello che si giocava prima della limitazione di Barcgal possa essere ora nuovamente giocato proprio grazie a Brugal. 
Ma come tutti i mazzi, anche questo ha delle debolezze, e in questo caso la debolezza maggiore sta nell’essere poco incline al difendersi. Si è costretti a incassare parecchio, specie i primi turni per poter attivare i contrattacchi di Akane e Alfred (gli unici che vi troverete ad attivare nella maggioranza dei casi) e Garmore vuole che si scarti una carta dalla mano per attivarsi. Per questo le carte in mano sono preziose e necessitano quindi di una gestione accurata. Non sono un grande fan delle pescate in un mazzo che vorrebbe chiudere il più velocemente possibile, quindi non le ho inserite anche se sono delle scelte più che valide. Questa debolezza si è vista sopratutto ai nazionali quando ho perso la partita contro Kagero perché l’avversario giocando i Risvegli invece del secondo playset di Critici mi ha costretto a perdere troppe carte nel tentativo di non morire. 
Detto questo, il mazzo è molto solido e si presta bene ad essere modificato dai giocatori secondo il loro personale stile di gioco e ve lo consiglio rispetto alla versione Galahad che è troppo dipendente dalla catena di convocazione. 
Ancora vi voglio ringraziare per i due giorni fantastici che ho passato e vi do appuntamento tra qualche giorno col nuovo articolo. Se volete comunque partecipare anche voi al blog, mandatemi le vostre impressioni sul nazionale che sarò ben lieto di pubblicarle commentandole assieme. 
Alla prossima. 
Stand Up My Vanguard!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...